Il sacco

Inizio Indietro Avanti
borgo

La bella casa colonica, i cipressi,  il fienile, la vecchia bottega da gommista ed il panorama  che gradevolmente accompagnavano l’occhio fino alla guglia del campanile della cattedrale o alla torre campanaria del palazzo municipale non ci sono più, spazzati via da centinaia di metri cubi di cemento armato e mattoni, uno sull’altro, come le esistenze e le automobili di chi ci abita o di chi ci deve andare per una visita specialistica, per un peccato di gola o per un e-acquisto. 

E, come se non bastasse,  altri appartamenti sono in progetto al posto del vecchio mulino a cilindri e  del frantoio .

“Quando si costruisce a ridosso dei centri storici è fondamentale far precedere la progettazione  da un approfondito studio sull’impatto panoramico della nuova costruzione al fine di adottare le soluzioni volumetriche e architettoniche meno invadenti e più rispettose di quel bene comune inalienabile che è il paesaggio,  inteso come aspetto tipico di una regione ricca di bellezze naturali. 

Agendo in questo modo chi compra investe bene, in molti casi, i risparmi di una vita garantendosi, per di più, la possibilità di vivere in ambienti, domestici e pubblici,  gradevoli, comodi, salubri, l’ente locale qualifica e migliora il proprio territorio e chi costruisce fa giustamente profitto vendendo prodotti di qualità”. Diversamente, se la gestione dell’urbanistica avviene a tavolino all’interno di un “negoziato mercantile”  nel quale la quantità del profitto ottenuto è direttamente proporzionale alla “statura” del politico nel sentire comune,  è scontato che in pochi si preoccuperanno della qualità del vivere, della giustizia sociale e del rispetto del territorio, con i risultati che tutti possono vedere, a condizione che lo si voglia fare.

Allora  non sfuggiranno neanche certi sguardi e sorrisi complici e sarcastici tra amministratori e tecnici di fronte a ponderati e autorevoli inviti alla tutela e alla preservazione di terreni ad alto valore archeologico sui quali invece ruspe, trivelle e scavatori già sono al lavoro in attesa delle betoniere.

 

Il Borgo

Il Borgo

Il Borgo

Il Borgo

Il Borgo

Inizio Indietro Avanti